logo




Tutti i post:
C'era una volta un burattino di nome Pinocchio....
0000-00-00
C'era una volta un burattino di nome Pinocchio....
Vezzolano, culla del romanico astigiano
0000-00-00
Vezzolano, culla del romanico astigiano
Sul filo della seta: il Giardino-Museo di Racconigi
0000-00-00
Sul filo della seta: il Giardino-Museo di Racconigi
Sant'Antonio di Ranverso: un gioiello gotico in Piemonte
0000-00-00
Sant'Antonio di Ranverso: un gioiello gotico in Piemonte
Dalla Penna alla scrittura
0000-00-00
Dalla Penna alla scrittura
Alla corte dei marchesi Tapparelli, i Castelli di Lagnasco
2016-08-02
Alla corte dei marchesi Tapparelli, i Castelli di Lagnasco

Andando verso il mare, e valicando il Colle di Tenda, ci si imbatte in una valle selvaggia e meravigliosa dove il clima diventa improvvisamente mediterraneo. Si tratta della Valle Roja, dove al suo inizio diventa la Valle delle Meraviglie. 

Si trova nell'entroterra del paesino di Tenda, e il suo monte più importante è il Monte Bego abitato fin dalla preistoria: qui salivano le popolazioni di contadini e pastori per venerare la Madre Terra, affinché fosse propiziatoria. E qui oggi rimangono, a distanza di migliaia di anni: sono pugnali, reticolati, immagini di stregoni e capi tribù...Per vederli ci sono due possibilità: o si sale fin su in cima al monte oppure restare nel piccolo paese di Tenda e visitare il Musée de Merveilles, che proprio quest'anno compie i suoi vent'anni.

Entrando, nell'enorme struttura bianca situata difronte al piazzale della stazione, si inizia a compiere un viaggio a ritroso attraverso il tempo, nella storia di questo territorio: dalla sua formazione geologica attraverso la vista di queste popolazioni attraverso diorami e i calchi in resina che ci mostrano le diverse tipologie di immagini, per fare un viaggio virtuale sul sito archeologico. 

Un museo legato alla storia del territorio, e che non dimentica le sue tradizioni popolari: alla fine troviamo Battistin, che ci racconta, in diverse lingue, le diverse leggende delle vallate..., la ricostruzione della casa brigasca con usi e costumi, e ovviamente la pecora brigasca ancora oggi allevata in loco.

Quest'ultima parte ci invita a curiosare nel resto della cittadina. A pochi passi, arriviamo al centro storico: troviamo la carattteristica calatà, ovvero pavimentazione in pietra, i portali delle abitazioni in pietra verde di Tenda, ai lati. Da qui si raggiunge la Colleggiata di Notre-Dame-de-l'-Assumption legata alla famiglia dei Conti Lascaris di Ventimiglia che da sempre hanno governato questi territori.

E andando ancora più su, si raggiunge il sito di quello che un tempo era il Castello dei Conti Lascaris, oggi distrutto (ne rimane sono più una torre) e dove oggi trovano pace eterna gli abitanti della piccolo paesino di Tenda.

Nella valle delle Meraviglie

Nella valle delle Meraviglie
blog_5_0.jpg
Nella valle delle Meraviglie
blog_5_1.jpg
Nella valle delle Meraviglie
blog_5_2.jpg
Nella valle delle Meraviglie
2016-08-10
Nella valle delle Meraviglie
Una visita al Castello di Racconigi: andiamo a vedere come viveva il Re
2016-09-29
Una visita al Castello di Racconigi: andiamo a vedere come viveva il Re
Una mostra sulle Regge d'Italia alla Venaria Reale
2017-03-27
Una mostra sulle Regge d'Italia alla Venaria Reale
L'Ultima Cena...a Revello
2017-12-18
L'Ultima Cena...a Revello
Il trionfo del Barocco - Stupinigi
2018-01-08
Il trionfo del Barocco - Stupinigi