logo
ASTI

ASTI - PASSEGGIATA ALLA SCOPERTA DELLA CITTÀ

Giro di città classico
Passeggiata alla scoperta del passato della città di Asti, che ancora oggi si può leggere nell’impianto urbanistico della città. Si parte dal cuore della città, Piazza Alfieri, dove a settembre si svolge il caratteristico Palio, per raggiungere la Torre Troyana, simbolo del passato delle ricche famiglie astigiane medioevali, e successivamente la Collegiata di San Secondo, splendido esempio di architettura tardo gotica piemontese, ricca di tesori d’arte, tra cui nella cripta la reliquia di San Secondo. Si prosegue attraverso l’elegante Corso Alfieri, costeggiata da imponenti palazzi barocchi per raggiungere la Cattedrale, uno dei esempi più belli dell’architettura gotica piemontese.

2h o 3 h 8 /itinerari/asti/passeggiata-alla-scoperta-della-citta-45 PASSEGGIATA ALLA SCOPERTA DELLA CITTÀ 45

L’ASTIGIANO TERRE DI SANTI - VEZZOLANO E COLLE DON BOSCO

L’ASTIGIANO TERRE DI SANTI mezza giornata o giornata intera 6

L’astigiano Terra di Santi, e a rappresentarlo sono la Canonica di Santa Maria di Vezzolano, bellissimo esempio di architettura romanica fondata nell’XI secolo, pare da Carlo Magno; al suo interno conserva un prezioso pontile ricco di sculture e nell’adiacente chiostro si possono ammirare preziosi affreschi del XII e XIV secolo. Poco distante, Castelnuovo Don Bosco, che ha dato i natali a San Giuseppe Cafasso, San Domenico Savio, il Beato Giuseppe Allamano e soprattutto San Giovanni Bosco a cui è dedicata l’imponente Basilica a Colle don Bosco.

VEZZOLANO E COLLE DON BOSCO /itinerari/asti/vezzolano-e-colle-don-bosco-44
44

CANELLI E LE SUE CANTINE STORICHE - VIGNETI ASTIGIANI PATRIMONIO DELL’UNESCO

CANELLI E LE SUE CANTINE STORICHE mezza giornata o giornata intera 4

Itinerario alla scoperta del territorio delle colline del Monferrato, recentemente diventate patrimonio Unesco. La giornata si svolgerà a Canelli, dominato dall’imponente struttura del castello che agli inizi del Seicento ha sostituito il maniero medioevale, oggi di proprietà della famiglia Gancia, le innumerevoli chiese barocche. Ma l’elemento più spettacolare e caratterizzante, è la fitta rete di cantine scavate nei sotterranei della città, vere e proprie “cattedrali del vino”, riposano ed invecchiano i più prelibati vini canellesi.

/itinerari/asti/vigneti-astigiani-patrimonio-dellunesco-43 VIGNETI ASTIGIANI PATRIMONIO DELL’UNESCO 43