logo

MONDOVÌ - MUSEO CIVICO DELLA CERAMICA

2 /musei/cuneo/museo-civico-della-ceramica-27

Il Museo sorge nel prestigioso Palazzo Fauzone di Germagnano, nel rione Piazza. Le sale si affacciano con una vista superba sulla medioevale Piazza Maggiore, sulla pianura cuneese e sulle Langhe e mantengono, sapientemente restaurati, i propri affreschi, stucchi ed arredi risalenti ad un arco di tempo plurisecolare. Al suo interno, si scopre il mondo della produzione della ceramica monregalese dalle sue origini ai giorni nostri.

MONDOVÌ 27
MONDOVÌ MUSEO CIVICO DELLA CERAMICA 163
MONDOVÌ MUSEO CIVICO DELLA CERAMICA 164
MUSEO CIVICO DELLA CERAMICA

CUNEO - MUSEO CIVICO

6 /musei/cuneo/museo-civico-28

Allestito nel chiostro e convento della Chiesa di San Francesco, il museo espone reperti pre-protostorici, romani, alto medievali e medioevali, una raccolta d’arte sacra locale e di pittura piemontese dell’Ottocento e del Novecento, una sezione etnografica con strumenti, attrezzi e abiti tradizionali delle valli alpine cuneesi.

 

CUNEO
CUNEO MUSEO CIVICO 118
CUNEO MUSEO CIVICO 119
28 MUSEO CIVICO
MUSEO DIOCESANO DI SAN SEBASTIANO

CUNEO - MUSEO DIOCESANO DI SAN SEBASTIANO

8 /musei/cuneo/museo-diocesano-di-san-sebastiano-29 CUNEO

Il Museo si trova in Contrada Mondovì, nel suggestivo centro storico. L’allestimento è incentrato quasi completamente su opere di pertinenza del complesso di San Sebastiano. Il percorso proposto passa attraverso le devozioni dell’antica Confraternita e racconta così un pezzo significativo di spiritualità, di storia e di società.

 

CUNEO MUSEO DIOCESANO DI SAN SEBASTIANO 137
CUNEO MUSEO DIOCESANO DI SAN SEBASTIANO 138
29
32
BRA MUSEO CIVICO ARCHEOLOGICO - PALAZZO TRAVERSA 155
BRA MUSEO CIVICO ARCHEOLOGICO - PALAZZO TRAVERSA 156

Il museo, ospitato in un palazzo della metà del XV secolo, raccoglie reperti dell’antica Pollentia e opere d’arte locale dal ’600 al Novecento.

BRA

BRA - MUSEO CIVICO ARCHEOLOGICO - PALAZZO TRAVERSA

/musei/cuneo/museo-civico-archeologico-palazzo-traversa-32 12 MUSEO CIVICO ARCHEOLOGICO - PALAZZO TRAVERSA
SAVIGLIANO GIPSOTECA DAVIDE CALANDRA 139
SAVIGLIANO GIPSOTECA DAVIDE CALANDRA 140
26

SAVIGLIANO - GIPSOTECA DAVIDE CALANDRA

24 /musei/cuneo/gipsoteca-davide-calandra-26

Inaugurato nel 1913 con il tempo si è trasformato da museo di ambito locale a museo di interesse regionale per le importanti donazioni d’arte di cui ha beneficiato prima tra tutte la raccolta dei gessi dello scultore torinese D. Calandra. Dopo anni di lavori di ristrutturazione gradualmente è ridiventato visibile in tutte le sue parti: la Gipsoteca è stata riaperta al pubblico nel 2002. Tra il 2005 e il 2007 sono state riaperte al pubblico le 4 maniche del primo piano; infine a maggio 2009 sono state aperte le sale ove è stata ricostruita l’Antica Farmacia Ospedaliera dell’Ospedale SS. Annunziata di Savigliano.

 

SAVIGLIANO GIPSOTECA DAVIDE CALANDRA
25
SALUZZO MUSEO DELLA MEMORIA CARCERARIA 120
SALUZZO MUSEO DELLA MEMORIA CARCERARIA 121
SALUZZO

La Castiglia, con Carlo Felice da residenza dei Marchesi divenne carcere sino alla sua chiusura nel 1992. Gli allestimenti di grande impatto emotivo, sostenuti da una documentazione d’archivio di ineccepibile rigore scientifico, concorrono a proporre un inedito percorso museale di indubbia suggestione nella sequenza della antiche celle di isolamento al piano seminterrato. Personaggi famosi, reclusi e funzionari, pericolosi briganti e poveri marginali compongono la storia del primo carcere moderno del regno sabaudo attraverso un allestimento multimediale che si propone di coinvolgere il pubblico anche dei non esperti e dei giovani.

26 /musei/cuneo/museo-della-memoria-carceraria-25

SALUZZO - MUSEO DELLA MEMORIA CARCERARIA

MUSEO DELLA MEMORIA CARCERARIA
MUSEO DELLA CIVILTÀ CAVALLERESCA

Nella manica ottocentesca dell’imponente Castiglia, un nuovo allestimento multimediale presenta, i tratti salenti dell'identità culturale espressa dai Marchesi di Saluzzo e dai ceti dirigenti a loro collegati fra XII e XV secolo. Il Museo si articola in 11 sale, ognuna delle quali illumina un aspetto o un momento significativo della società cavalleresca e cortese del Marchesato, presentando uno o più personaggi chiave: matrimoni, carriere ecclesiastiche e militari, riferimenti letterari collocano Saluzzo al centro di un sistema di relazioni di volta in volta con il Papato, l'Impero, il regno di Francia, gli Angioini, gli stati grandi e piccoli della Penisola.

 

SALUZZO /musei/cuneo/museo-della-civiltA-cavalleresca-24 28

SALUZZO - MUSEO DELLA CIVILTÀ CAVALLERESCA

24
SALUZZO MUSEO DELLA CIVILTÀ CAVALLERESCA 122
SALUZZO MUSEO DELLA CIVILTÀ CAVALLERESCA 123
WIMU IL MUSEO DEL VINO

Il Castello Comunale Falletti di Barolo ospita il WiMu - Museo del vino  con l’innovativonato dalla fantasia di François Confino.Non si tratta di un classico «museo del vino» con i tini, le botti e le bacheche ma un viaggio emozionale tra la produzione, la cultura e la tradizione del vino, attraverso un percorso di evocazioni e suggestioni che partono dal ruolo che il vino riveste da millenni nella cultura umana, nelle religioni, nell’immaginario delle arti e della creatività.

BAROLO

BAROLO - WIMU IL MUSEO DEL VINO

/musei/cuneo/wimu-il-museo-del-vino-21 44 21
BAROLO WIMU IL MUSEO DEL VINO 172
BAROLO WIMU IL MUSEO DEL VINO 173
IL MUSEO DELLE LANGHE CASTELLO DI GRINZANE

Grinzane Cavour - IL MUSEO DELLE LANGHE CASTELLO DI GRINZANE

/musei/cuneo/il-museo-delle-langhe-castello-di-grinzane-22 46

Il castello di Grinzane Cavour, costruito nella prima metà dell’ XI secolo ed ampliato nel XIII e XIV, fu dimora del conte Camillo Benso di Cavour dal 1832 al 1849. Al suo interno sono ospitati il nuovo Museo delle Langhe e l'Enoteca Regionale Piemontese Cavour.

Grinzane Cavour 22
Grinzane Cavour IL MUSEO DELLE LANGHE CASTELLO DI GRINZANE 145
Grinzane Cavour IL MUSEO DELLE LANGHE CASTELLO DI GRINZANE 146

L’edificio è considerato uno degli esempi più belli di dimora nobiliare di epoca rinascimentale del Piemonte, trasformato in museo alla fine dell’800 propone la visita di 15 sale ricche di collezioni d'arte, tra le quali la tavola raffigurante la Madonna della Misericordia opera del pittore di origini fiamminghe Hans Clemer (1499-1500).

 

SALUZZO 48 /musei/cuneo/museo-civico-casa-cavassa-23

SALUZZO - MUSEO CIVICO CASA CAVASSA

23
SALUZZO MUSEO CIVICO CASA CAVASSA 124
SALUZZO MUSEO CIVICO CASA CAVASSA 125
MUSEO CIVICO CASA CAVASSA